Lavoro autonomo: le principali novità

Sono entrate in vigore le nuove norme a tutela del lavoro autonomo, introdotte con la Legge 81/2017. Una norma che per la prima volta si rivolge al comparto del lavoro autonomo, senza alcuna distinzione tra professioni ordinistiche e lavoratori autonomi in senso stretto, che sino ad oggi mancava di una legislazione organica che ne regolasse i diritti e i doveri del lavoratore e del cliente. “L’approccio della Legge 81/2017 è innovativo” – commenta ai microfoni della web tv Pasquale Staropoli, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro.

“È una norma che dimostra per la prima volta la preoccupazione del legislatore sotto questi aspetti. Ma è una novità relativa poiché si rifà all’attuazione di principi costituzionali nello specifico all’articolo 35, che fissa il principio del lavoro dignitoso”. Nel video l’esperto si sofferma sui singoli articoli della Legge ed in particolare sugli articoli 2 e 3 sottolineando le principali novità inerenti la tutela dei pagamenti in una contrattazione che abbia ad oggetto una prestazione lavorativa. “Essi devono essere certi, con tempi ragionevoli e, in caso di mancato pagamento, scatta l’automaticità degli interessi moratori”, sottolinea l’esperto. Inoltre – riassume –  vi è il divieto di introduzione di clausole che aggirino i tempi di pagamento; allo stesso modo è tutelata la condizione economica e giuridica e il peso specifico contrattuale del professionista nell’ambito della pattuizione dell’incarico con il proprio cliente. Qualora una di queste clausole non sia rispettata, l’articolo 3 sanziona con la nullità tutte quelle clausole che consentono alla controparte del professionista di determinare unilateralmente le condizioni contrattuali.

“È una novità – evidenzia –  perché il professionista, che tradizionalmente era il contraltare del consumatore, tutelato dal codice del consumo, si vede riconosciuto tutele identiche, quindi una dignità pari a tutte le altre categorie professionali che sino ad oggi, soprattutto nell’ambito del lavoro subordinato hanno avuto garantite tutele di questo tipo” conclude l’esperto. (fonte http://www.consulentidellavoro.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...